Progetto Cinema in Piazza 2020 – XXIII Edizione

page1image42505920

ASSOCIAZIONE CULTURALE ZAMPANO’FRAZIONE BARDELLA 73
14022 CASTELNUOVO DON BOSCO (AT) – C.F. 92061870058 – P.I. 01571520053

CINEMA IN PIAZZA 2020 XXIII EDIZIONE

Rassegna di Cinema Itinerante nei comuni della Regione Piemonte 29 Giugno / 1 Ottobre

Introduzione – La descrizione del progetto: 159 proiezioni cinematografiche all’aperto

Cinema in Piazza, rassegna di cinema itinerante nei comuni della Regione Piemonte, ha raggiunto nel 2020 la sua XXIII Edizione ed è un progetto a cura dell’Associazione Culturale “Zampanò”.

Nel 2019 il progetto ha goduto del sostegno della Regione Piemonte, della Fondazione CRT, della Fondazione CRC, della Fondazione per la cultura di Torino, della Fondazione Amleto Bertoni di Saluzzo, Dell’Ufficio Turistico di Bra, dell’Università del Gusto di Pollenzo, del Comune di Verduno, Bagnolo, Bruino, Bricherasio, Buriasco, dell’Ufficio Cultura di Alessandria, della Fondazione Le Serre di Grugliasco, del Comune di Pinerolo, della Circoscrizione 3 di Torino e di altri enti privati.

Nel 2020 la gran parte dei suddetti enti hanno sostenuto l’iniziativa e si sono aggiunti : L’ufficio Cultura di Casale Monferrato, l’Ufficio Manifestazioni di Nichelino, l’Ufficio Cultura di Orbassano.

In questa stagione Cinema in Piazza ha realizzato 159 serate di cinema all’aperto con una buona partecipazione di pubblico in tutte le piazze, toccando piccoli e grandi comuni di tre Province della Regione Piemonte (Torino, Alessandria, Cuneo), proiettando in città, in montagna, tra le colline, nei parchi, nelle periferie industriali o tra i vicoli e le piazze di borghi storici.

Cinema in Piazza è un progetto solido e articolato, che conserva le caratteristiche delle prime edizioni ma capace anche di rinnovarsi ogni anno, includendo nuove iniziative cinematografiche, offrendo il proprio sostegno tecnico e progettuale. E’ inoltre in grado di collegare molte rassegne cinematografiche e di alimentarne il reciproco sostegno.

La programmazione spazia dai grandi successi della stagione in corso (Pinocchio, Joker, Piccole Donne, Jojo Rabbit, Gli anni più belli, La dea fortuna, 1917, Cena con Delitto, Parasite, Hammamet, Dolittle, C’era una volta Hollywood, Figli ecc) a documentari (La passione di Anna Magnani), cinema d’autore, film in lingua originale, film di animazione, opere prime di autori italiani e pellicole premiate ai festival di Berlino, di Venezia, Cannes, Torino, Roma (vedi libretto Cinema in Piazza allegato con programma dettagliato di date, piazze e film in programmazione).

Il 2020, l’anno dell’emergenza Covid 19

La XXIII Edizione di Cinema in Piazza è stata fortemente segnata, non avrebbe potuto essere altrimenti, dall’emergenza sanitaria da Covid 19. Fino alla seconda metà del mese di Maggio non si aveva ancora alcuna certezza di poter realizzare la storica rassegna di Cinema itinerante e, malgrado i solidi rapporti con molti Comuni ed Enti privati che da anni partecipano all’iniziativa, non era possibile stabilire alcun programma per l’estate poiché tutte le attività culturali che prevedevano assembramento erano proibite. Tuttavia grazie alla drastica riduzione dei contagi nelle prime settimane di Maggio, il Governo ha emanato un

nuovo DPCM il 17.05.2020 che consentiva la realizzazione di Arene estive e proiezioni cinematografiche all’aperto pur nei limiti di una stringente normativa ben specificata nell’Allegato 9.
La notizia si è diffusa con molta rapidità tra tutti i Comuni ed è iniziata una corsa alla riprogettazione di tutte le rassegne estive avvalendosi della collaborazione di professionisti che hanno dovuto redigere relazioni tecniche adeguate alle nuove normative. Le nuove condizioni imposte dal recente DPCM se da una parte ci consentivano di realizzare il nostro progetto, messo a rischio dall’emergenza sanitaria, dall’altra comportava maggiori costi di realizzazione e importanti restrizioni che avrebbero comportato minori entrate da biglietteria.

I maggiori costi erano dovuti in primo luogo alle nuove relazioni tecniche di professionisti per la necessità di rimodulare le planimetrie delle aree spettacoli, dovendo prevedere il distanziamento dei posti a sedere e le nuove limitazioni di accesso all’area, e le indicazioni delle procedure a cui attenersi per il contenimento del rischio di contagio da Covid 19. Altri costi erano dovuti alla necessità di avere personale all’ingresso incaricato alla misurazione della temperatura e alla registrazione di tutti i nomi e i recapiti degli spettatori, personale incaricato alla gestione delle prenotazioni e ad evitare assembramenti all’ingresso. Inoltre ci sono state nuove spese per la segnaletica e la cartellonistica obbligatoria, per le mascherine, per i materiali e il personale necessario alla sanificazione delle sedie e dei servizi igienici, sebbene solo in alcune piazze tale servizio era a nostro carico (ad esempio Le Serre di Grugliasco, L’arena di Pinerolo).

D’altra parte la necessità del distanziamento tra gli spettatori ha comportato un’importante limitazione dei posti a sedere consentiti e quindi minori entrate da biglietteria oltre che minor numero di spettatori anche nelle serate ad ingresso gratuito. La nuova normativa impediva inoltre la vendita al dettaglio di cibi e bevande durante gli eventi, particolare che ha inciso sulle disponibilità di alcuni enti privati che sostengono la nostra iniziativa.

Tuttavia dobbiamo ritenerci fortunati per aver potuto realizzare interamente la nostra manifestazione in un periodo in cui molti colleghi che operano nel settore degli eventi culturali (teatrali e musicali) sono stati costretti a rinunciare a tutti gli eventi estivi. Tale condizione ha comportato persino un numero maggiore di appuntamenti poiché molti Comuni hanno ritenuto il cinema all’aperto l’unico genere di evento culturale consentito dalla normativa in corso. Il Cinema all’aperto, poiché permetteva di distanziare i posti a sedere e una gestione ordinata degli ingressi, era considerato meno pericoloso per la diffusione del virus e si è trovato così avvantaggiato rispetto ad altri tipi di eventi.

Va detto inoltre che nella seconda metà di Agosto il numero dei contagi da Covid 19 è tornato a salire e questo ha comportato una graduale diminuzione del pubblico negli ultimi appuntamenti di stagione.

Le ragioni del successo di Cinema in Piazza :

I punti di forza della rassegna possono essere così riassunti:

– Qualità tecnica: proiezione cinematografica con strumenti digitali secondo i nuovi standard tecnologici di settore (Proiezioni in formato DCP 2K), con impianto di amplificazione audio adatto per grandi piazze, schermo cinematografico di 7,5 m x 4,5 m per le proiezioni itineranti e di 9 m x 5 m per le Arene. Personale tecnico cinematografico professionale. Il nostro pubblico ci ha più volte comunicato di apprezzare la qualità delle nostre proiezioni, in particolare per la qualità dell’immagine e la dimensione dello schermo.

– Storicità dell’iniziativa e consolidamento sul territorio: grazie al successo e alla lunga serialità delle iniziative precedenti, il cinema all’aperto ormai è “atteso” da chi abita nelle piazze coinvolte e quindi conferma ogni anno un’ottima affluenza di pubblico in tutte le varie rassegne che compongono Cinema in Piazza. Prima tra tutte la rassegna di Pinerolo, che è diventata anche da riferimento per nuovi Comuni che ogni anno si aggiungono (il Comune di Buriasco, Bricherasio). Ma sono ormai consolidate anche manifestazioni come quella di Alessandria, Bra (XI Edizione), la rassegna itinerante di Saluzzo, Bagnolo, Bruino, Torino in Piazza Delpiano e Piazzale Rostagno, la rassegna dell’Imbarchino del Parco del Valentino. Nel 2020 si è vista confermata la rassegna dell’Arena di Alessandria che ha raggiunto quest’anno la sua VI edizione e novità di questa edizione è stato il trasferimento dell’Arena da Palazzo Cuttica alla splendida cittadella di Alessandria. La rassegna di Piazza Delpiano a Torino ha raggiunto quest’anno la sua X Edizione e si è ampliata con una nuova Piazza nell’area pedonale di Via Di Nanni. Nel 2020 c’è stata una seconda edizione dell’Arena Le Serre di Grugliasco che ha avuto un importante evento inaugurale dedicato alla Storia del Cinema al fine di valorizzare il ruolo importante che ha avuto il parco Le Serre già alle origini del cinema. Proprio in quest’area, agli inizi del ‘900 la casa di produzione Photodrama costruiva qui i primi studi di posa e gli studi di produzione dove sono nate alcune tra le più importanti pellicole delle origini del cinema muto. Ma meritano particolare attenzione la conferma di una piccola rassegna tra le colline delle Langhe che ha coinvolto il Comune di Verduno (il suo splendido Belvedere), il Comune di Monforte (presso l’antico Auditorium) e il Comune di Farigliano.

Bra in questa edizione ha rinunciato al progetto itinerante per meglio gestire l’emergenza Covid 19 e ha scelto di concentrare la manifestazione in una Piccola Arena al Belvedere del Parco della Rocca. Anche in questa forma l’iniziativa ha avuto un’ottima partecipazione di pubblico.

– Elasticità del progetto: La capacità di saper accogliere nuove iniziative che inizialmente dispongono di poche risorse ma che si presentano innovative, coraggiose o particolarmente suggestive. Si possono considerare tra queste ad esempio il sostegno dato in precedenti edizioni al progetto di Cinema sui tetti, o il cinema Divino nelle vigne delle Langhe, il cinema in montagna organizzato dal rifugio di Ostana, Il cinema di Barriera, il cinema alla cascina Falchera o nel cortile del Piccolo Cinema con i fratelli De Serio, le proiezioni nel Parco della Biblioteca a Cantalupa o nel cortile della sede della casa di produzione Baby Doc, nel Comune di Garzigliana o di Novi Ligure, al Castello di Macello o al Castello di Dogliani. Spesso si tratta di scommesse fatte insieme agli organizzatori e il successo dell’iniziativa è sempre una gratificazione e da lì si crea un precedente da ripetere nella stagione successiva.

– Partner: Un importante contributo deve essere riconosciuto a tutti i partner dell’iniziativa a cui si deve la diffusione del programma e gli annunci tramite giornali locali, utilizzo di social media (FaceBook, Twitter), mailing list, annunci radiofonici, volantini, affissioni. Le associazioni, le Pro Loco, gli uffici dei comuni hanno svolto un ottimo e capillare lavoro di promozione delle serate di cinema.

I principali partner da ringraziare sono: l’ARCI e l’AVIS Pinerolo, le Pro loco di Bagnolo, Buriasco, Bricherasio, l’Ufficio Turistico di Bra, la Fondazione Amleto Bertone di Saluzzo, i Comuni di Bagnolo e Bruino, l’Ufficio Cultura di Casale Monferrato, di Nichelino, di Orbassano, delle Circ. 3 del Comune di Torino e del Comune di Alessandria, l’Associazione Banda Larga, Il Cinema di Dogliani, Il Comune di Verduno, L’Associazione Cinelabio, L’Università del Gusto di Pollenzo, La Pro Loco e la parrocchia di Castellar e Cervignasco, l’Associazione Arturo Ambrosio, La Fondazione Le Serre di Grugliasco, la Pro Loco di Volvera, la Pro Loco di Farigliano, l’Associazione Sportidea, la Fondazione per la Cultura e l’Ufficio Area Eventi di Torino . Si deve soprattutto alla collaborazione di questi enti ben radicati nel territorio la promozione capillare dell’iniziativa e la grande affluenza di pubblico. Tutte le rassegne di Cinema in Piazza hanno come presupposto la collaborazione con un ente del territorio.

– Promozione: Oltre alla promozione capillare svolta dalle Associazioni partner sul territorio, l’Associazione Zampanò produce ogni anno un “libretto” con il calendario complessivo e i luoghi di tutte le serate di CINEMA IN PIAZZA, stampato in migliaia di copie e diffuso presso cinema, uffici pubblici, locali di ritrovo e in tutte le piazze della manifestazione. Anche la grafica del libretto è realizzata in continuità con le precedenti edizioni per favorire la riconoscibilità della rassegna che, giunta alla sua XXIII Edizione, possiamo ormai definire storica.

– Effetto “passaparola”: chiave cruciale del successo, che accompagna ogni iniziativa gradita al pubblico.

Il contributo alla valorizzazione turistica e culturale del territorio :

La manifestazione viene proposta a Comuni del Piemonte che sono in grado di garantire una buona collaborazione delle proprie agenzie e che sul territorio già contribuiscono all’attuazione delle manifestazioni estive rivolte ai cittadini e ai turisti.
Le nostre aree privilegiate sono: a) luoghi che hanno un particolare interesse storico o architettonico (la cittadella di Alessandria, il Parco Le Serre, il castello di Dogliani, il Castello di Pollenzo, l’ex Caserma Musso di Saluzzo, Piazza Caduti per la Libertà di Bra, l’anfiteatro di Monforte d’Alba) b) Parchi (il belvedere di Verduno, il Parco del Valentino di Torino, il parco Corelli di Pinerolo, i Giardini della Rocca di Bra, il parco dell’Università del gusto di Pollenzo) c) piazze di centri storici e aree pedonali d) aree verdi, anfiteatri e piazzali delle periferie dei centri urbani più grandi. e) Medi e i piccoli Comuni, alcuni situati in zone rurali oggi sempre più votate al turismo. In molte di queste realtà la manifestazione assume un ruolo assai significativo perché non vi sono (o non esistono più) sale cinematografiche. Per questo risulta determinante la scelta delle aree e degli spazi dedicati agli spettacoli. S’intende quindi insistere maggiormente con le organizzazioni in loco, affinché vengano individuati luoghi panoramici e caratteristici per le proiezioni: piazze, giardini, castelli, siti ricchi di significato storico e culturale. Un obbiettivo prioritario del progetto è quello di promuovere il turismo (spesso in collaborazione con gli uffici turistici dei comuni aderenti) attraverso la partecipazione ed il trasferimento del pubblico da un Comune all’altro.

La varietà dell’offerta: i grandi successi della stagione in corso, il cinema d’essai, documentari d’autore:

Anche per l’edizione 2020, pur senza tralasciare la proposta di film recenti, di grande richiamo (stagione 2019/2020), abbiamo inserito, all’interno del programma generale, un significativo ciclo di proiezioni dedicate al cinema d’autore e al documentario (settore in ampio sviluppo in Piemonte anche grazie al sostegno della Film Commission).

In collaborazione con l’Associazione Nuova Arci di Pinerolo da oltre vent’anni si realizza una rassegna che si è caratterizzata per la qualità delle proposte. Anche in questa edizione sono stati selezionati 20 film d’autore dell’ultima stagione, i quali hanno mantenuto, malgrado il periodo difficile, una buona partecipazione di pubblico a dimostrazione che il cinema di qualità è ancora apprezzato e ricercato da un vasto pubblico.

La programmazione anche quest’anno è stata ricca di film d’essai presenti anche nelle rassegne di Bra, Alessandria, in Piazza Delpiano (TO), Piazzale Rostagno, in Via Di Nanni, a Saluzzo, a Casale Monferrato e a Grugliasco.
I documentari li troviamo in programma nella rassegna dell’Imbarchino del Parco del Valentino, a Pinerolo, in Piazza Delpiano, in Piazzale Rostagno, in Via Di Nanni e al parco Le Serre di Grugliasco. I cortometraggi sono stati presenti in alcune serate della rassegna itinerante di Torino, all’Arena Le Serre e a Monforte d’Alba.

Il cinema per le famiglie: film di animazione, cartoon , commedie e film d’azione:

I Comuni più piccoli in genere prediligono il Cinema all’aperto come occasione di partecipazione del più ampio numero di cittadini e richiedono in particolare film per bambini e famiglie. La nostra associazione in questi luoghi suggerisce film di animazione o commedie di qualità, adatti ad un pubblico eterogeneo, che hanno avuto più successo nella stagione in corso. In questa stagione abbiamo avuto in programmazione molti film di richiamo della stagione in corso come Dolittle, Pinocchio, Figli, Gli anni più Belli, Odio l’estate, La dea fortuna, Il giorno più bello del mondo, Jojo Rabbit, Sonic, Cena con delitto etc:.

Cinema in Piazza è da sempre una proposta trasversale rivolta al grande pubblico, un’occasione di incontro, divertimento e svago all’aperto per le famiglie che ogni anno rispondono con grande partecipazione. Spesso il cinema è inserito in altre iniziative come Feste Patronali o Sagre di paese ed è richiesto un film adatto a un vasto pubblico.

Le rassegne dell’albese, monregalese ( Verduno, Farigliano, Monforte), Bra e Saluzzo

Nella scorsa edizione abbiamo realizzato grazie al sostegno della Fondazione CRC un importante ampliamento dell’iniziativa presso i Comuni della Provincia di Cuneo. Le rassegne di Bra e di Saluzzo, ormai storiche (decima edizione), hanno svolto un ruolo da apripista sul territorio che ha dimostrato di essere estremamente recettivo al cinema all’aperto. Il comune di Bagnolo ha confermato per il 6° anno il Cinema in Piazza, così come la frazione di Pollenzo. Grazie alla collaborazione con il Cinema Multilanghe di Dogliani si sono avvicinati al progetto diversi Comuni dell’Albese e del Monregalese che godono di paesaggi spettacolari e dove anche quest’anno abbiamo incontrato un’ottima affluenza di pubblico. L’edizione del 2020 ha voluto quindi realizzare una rassegna itinerante nel territorio della Provincia di Cuneo di circa 25 proiezioni cinematografiche itineranti all’aperto unendo le piazze storiche del territorio (BRA, SALUZZO, POLLENZO, BAGNOLO) con le nuove piazze (CASTELLAR, CERVIGNASCO, FARIGLIANO, VERDUNO, MONFORTE) promuovendone la fruizione del pubblico da un comune all’altro.

l’Arena del parco Le Serre

Un’altra importante riconferma di quest’anno è la 2° edizione della rassegna presso Il Parco Le Serre di Grugliasco. Il luogo, che già ospita un prestigioso festival internazionale di attività circensi (quest’anno purtroppo annullato per l’emergenza Covid) è stato una delle sedi storiche del cinema muto. Il Parco ospitava gli studi di posa di una delle prime case di produzione cinematografica italiana, la Photodrama Films, e sono stati utilizzati per le realizzazione di numerosi film primo tra tutti il celebre Cabiria, capolavoro del cinema muto del 1914. La rassegna del Parco Le Serre di Grugliasco ha aperto con due appuntamenti tematici gratuiti ed è proseguita con 22 film dell’ultima stagione, dove era previsto un ingresso a biglietto.

Le novità del 2020, XXIII Edizione

Anche quest’anno il progetto Cinema in Piazza ha avuto importanti novità. La prima che va menzionata è il trasferimento dell’Arena di Alessandria da Palazzo Cuttica alla Cittadella, magnifica costruzione eretta dai Savoia nel XVIII secolo già candidata a diventare Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Ma non è la sola novità di quest’anno. E’ ormai tradizione aggiungere ad ogni edizione nuove piazze avviando rassegne destinate a ripetersi nelle future edizioni. Riteniamo fondamentale l’aspetto di continuo rinnovamento di una parte del progetto perché questo garantisce la costante vitalità e la diffusione della nostra iniziativa. Il progetto fin dalle sue prime edizioni ha sempre unito l’attenzione e la cura delle piazze storiche con l’inclusione di nuove piazze e Comuni che intendevano aderire alla nostra iniziativa.

In questa edizione si sono aggiunte le seguenti nuove piazze e ci auguriamo di poterle includere anche nelle prossime edizioni:
Il Comune di Casale Monferrato con una rassegna di 14 film nello splendido cortile dell’ex Chiostro di Santa Croce del biblioteca comunale nel pieno centro storico della città.

Il Comune di Nichelino con una rassegna di 8 film in due piazze molto frequentate della Città
Il Comune di Orbassano con una nuova rassegna molto partecipata di 5 film per bambini e famiglie Il Comune di Farigliano con due film per ragazzi

Il Comune di Volvera con un film in occasione della festa di paese
L’area pedonale di Via Di Nanni con una rassegna molto apprezzata di 6 film
Piazza Livio Bianco di Torino con una rassegna di 4 film a fine stagione nella popolare periferia della Città

Il programma delle serate:

La XXIII edizione di Cinema in Piazza ha visto la partecipazione dei Comuni e delle piazze sottoindicate per un totale di 159 proiezioni cinematografiche all’aperto con una partecipazione di oltre 15.000 presenze, affrontando con successo le difficoltà e le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria da Covid 19 in corso. Comuni, Frazioni e piazze in programma :

BRA (CN)
VERDUNO(CN)
MONFORTE D’ALBA (CN) FARIGLIANO (CN) CASTELLAR (CN) CERVIGNASCO (CN) SALUZZO (CN)
BAGNOLO PIEMONTE (CN) ALESSANDRIA (AL)
CASALE MONFERRATO (AL) GRUGLIASCO (TO)
BRUINO (TO)
VOLVERA (TO)
NICHELINO (TO) ORBASSANO (TO)
P.ZZA DELPIANO (TO) PIAZZALE ROSTAGNO (TO) VIA DI NANNI (TO)
P.ZZA LIVIO BIANCO (TO) PARCO DEL VALENTINO (TO) PINEROLO (TO) BRICHERASIO (TO) BURIASCO (TO)

L’organizzazione:

L’Associazione Zampanò ha gestito tutte le fasi del progetto, avvalendosi anche della collaborazione di tecnici e ditte specializzate nel settore cinematografico: l’organizzazione generale, il servizio e l’assistenza tecnica, la grafica e la promozione.
La direzione artistica è stata affidata al sig. Massimiliano Nicotra, professionista che opera dal 1992 nel settore del cinema itinerante all’aperto e dell’Arene Estive. A partire da fine Giugno ogni unità operativa mobile, gestita da almeno 3 tecnici, ha raggiunto ogni giorno i diversi Comuni del Piemonte che hanno aderito all’iniziativa e ha allestito le piazze con attrezzature cinematografiche professionali.

Lo sbigliettamento:

Circa la metà delle proiezioni in programma prevedevano un ingresso a biglietto. Il costo del biglietto era di €4,50 a persona (a Pinerolo 5,00 €), affinché la partecipazione potesse essere offerta ad un pubblico vasto.

Note

Malgrado le inevitabili difficoltà di questa XXIII edizione, l’Associazione ha ritenuto doveroso mantenere ad ogni costo la continuità dell’iniziativa e reggere all’onda d’urto che arriva dall’attuale emergenza. Continuiamo a lavorare certi che torneranno tempi migliori e impegnati a mantenere viva l’insostituibile bellezza di andare al cinema all’aperto.

MASSIMILIANO NICOTRA
(Referente e Direttore Artistico di CINEMA IN PIAZZA)

page5image40558656