Progetto

a) Versione sintetica:

CINEMA IN PIAZZA XVIII EDIZIONE – Giugno / Settembre 2015
Progetto di Cinema Itinerante nei comuni della Regione Piemonte

Cinema in Piazza, rassegna di cinema itinerante nei comuni della Regione Piemonte, raggiunge nel 2015 la sua XVIII Edizione ed è realizzata a cura dell’Associazione Culturale “Zampanò”.
Nella passata stagione ha realizzato più di 80 serate di cinema all’aperto, con una straordinaria partecipazione in tutte le piazze, toccando piccoli e grandi comuni di cinque province della Regione Piemonte (TO, CN, AT, AL, NO) proiettando in città, in montagna, tra le vigne, nei parchi e nelle periferie industriali.
Cinema in Piazza è un progetto solido e articolato, che conserva le caratteristiche delle prime edizioni ma è anche capace di rinnovarsi ogni anno includendo nuove iniziative cinematografiche, ed offrendo il proprio sostegno tecnico e progettuale. E’ inoltre in grado di collegare molte rassegne cinematografiche e di alimentarne il reciproco sostegno.
Le serate hanno una partecipazione media di oltre 300 spettatori a sera con punte di oltre 500 spettatori e mai meno di 150. La programmazione spazia dai grandi successi della stagione in corso ai documentari, cortometraggi, cinema d’autore, film di animazione e prime opere di autori italiani.
Le ragioni del successo di Cinema in Piazza possono essere così riassunte:
– Qualità tecnica: impianti di proiezione professionale, schermi di grandi dimensioni (7,5 m x 4,5 m),impianti audio per grandi spazi ed esperienza ventennale dei tecnici.
– Consolidamento nel territorio: attesa da parte del pubblico dei luoghi dove la rassegna è già radicata e spinta all’imitazione per le nuove piazze (novità importante del 2015: i 20 spettacoli nell’Arena di Alessadria).
– Elasticità del progetto: Cinema in Piazza sa accogliere iniziative nuove, anche con poche risorse ma innovative, coraggiose o particolarmente suggestive, per poi radicarle grazie al sostegno dell’intera manifestazione (“Cinema sui tetti”, “Cinema Di-vino” nelle vigne delle langhe, Cinema in Montagna al rifugio di Ostana, ecc.).
– Partner: la grande affluenza di pubblico è raggiunta grazie all’impegno promozionale (con tutti i media possibili, dal volantino alla pagina FaceBook) svolto dalle entità locali grazie cui la rassegna Cinema in Piazza è realizzata nei singoli territori: l’ARCI e l’AVIS Pinerolo, l’Ass. Canatalupa, le Pro loco di Bagnolo, Buriasco, Villanova d’Asti, Buttigliera d’Asti, Macello, S. Michele, Bescurione, Riva, Bandito (Bra), l’Ufficio Turistico di Bra, la Fondazione Amleto Bertone di Saluzzo, i Comuni di Bagnolo e Bruino, l’AIACE, Il Piccolo Cinema, l’Ufficio Cultura delle Circ. 1,2, 3 e 6 del Comune di Torino.
– Promozione: Il “libretto” con il calendario e i luoghi di tutte le serate, stampato (a cura dell’Ass. Zampanò anche per la grafica) in più di 5000 copie e capillarmente diffuso presso cinema, uffici pubblici, locali di ritrovo e in tutte le piazze della manifestazione.
– Effetto “passaparola”: chiave cruciale del successo, che accompagna ogni iniziativa gradita al pubblico

Le altre parole-chiave di Cinema in Piazza sono:
– il contributo alla valorizzazione turistica e culturale del territorio;
– la varietà dell’offerta: cinema d’autore, documentari e cortometraggi (oltre ai film “di grande richiamo”);
– Il cinema per le famiglie: film di animazione, cartoon, commedie e film d’azione;
– Il programma delle serate: 100 proiezioni in più di 20 piazze e paesi.

b) Versione estesa:

CINEMA IN PIAZZA XVIII EDIZIONE – Giugno / Settembre 2015
Progetto di Cinema Itinerante nei comuni della Regione Piemonte

Sommario:

 Introduzione – La descrizione del progetto
 Le ragioni del successo di Cinema in Piazza
 Il contributo alla valorizzazione turistica e culturale del territorio
 La varietà dell’offerta: cinema d’autore, documentari e cortometraggi (oltre ai film “di grande richiamo”)
 Il cinema per le famiglie: film di animazione, cartoon, commedie e film d’azione
 Il programma delle serate
 L’organizzazione
 Il gruppo di gestione
 La comunicazione
 Lo sbigliettamento

Introduzione – La descrizione del progetto:

Cinema in Piazza, rassegna di cinema itinerante nei comuni della Regione Piemonte, raggiunge nel 2015 la sua XVIII Edizione ed è realizzata a cura dell’Associazione Culturale “Zampanò”.
Nella passata stagione ha realizzato più di 80 serate di cinema all’aperto, con una straordinaria partecipazione in tutte le piazze, toccando piccoli e grandi comuni di cinque province della Regione Piemonte, proiettando in città, in montagna, tra le vigne, nei parchi e nelle periferie industriali.
Cinema in Piazza è un progetto solido e articolato, che conserva le caratteristiche delle prime edizioni ma è anche capace di rinnovarsi ogni anno includendo nuove iniziative cinematografiche, ed offrendo il proprio sostegno tecnico e progettuale. E’ inoltre in grado di collegare molte rassegne cinematografiche e di alimentarne il reciproco sostegno.
Le serate hanno una partecipazione media di oltre 300 spettatori a sera con punte di oltre 500 spettatori e mai meno di 150. La programmazione spazia dai grandi successi della stagione in corso ai documentari, cortometraggi, cinema d’autore, film di animazione e prime opere di autori italiani.

Le ragioni del successo di Cinema in Piazza:

I punti di forza della rassegna possono essere così riassunti:

– Qualità tecnica: proiezione con strumenti digitali secondo i nuovi standard tecnologici di settore, con impianto di amplificazione audio adatto per grandi piazze, ma soprattutto uno staff con 20 anni di esperienza ed uno schermo cinematografico di 7,5 m x 4,5 m. Il nostro pubblico ci ha più volte comunicato di apprezzare la qualità delle nostre proiezioni, in particolare per il tipo e la dimensione dello schermo.

– Consolidamento nel territorio: grazie al successo e alla lunga serialità delle iniziative precedenti, il cinema all’aperto ormai è “atteso” dalla popolazione e quindi conferma ogni anno un’ottima affluenza di pubblico in tutte le varie rassegne che compongono Cinema in Piazza. Prima tra tutte la rassegna di Pinerolo, che è diventata anche da riferimento per nuovi comuni che ogni anno si aggiungono (il Comune di Macello, Cantalupa, Bricherasio, Buriasco). Ma sono ormai consoldate anche manifestazioni come quella di Saluzzo, Bra (che comprende diverse location in vari quartieri e frazioni), Torino in Piazza Delpiano o nel Cortile della scuola Abba. Nel 2015 si aggiunge una rassegna di ben 20 serate nell’Arena di Alessandria: la prima di esse sarà gratuita e verrà proiettato il famoso film “Borsalino” con Alain Delon: scelta non casuale ma quale atto di affetto per la storica “firma” e fabbrica del capoluogo alessandrino, che negli ultimi tempi nsta vivendo una grave situazione di crisi che è seguita con preoccupazione e impegno da tutta la cittadinanza. Le ulteriori serate saranno a pagamento (4 euro a biglietto).

– Elasticità del progetto: la capacità di saper accogliere nuove iniziative che inizialmente dispongono di poche risorse ma che si presentano innovative, coraggiose o particolarmente suggestive. Si possono considerare tra queste ad esempio il sostegno al progetto di Cinema sui tetti, o il cinema Divino nelle vigne delle langhe, il cinema in montagna organizzato dal rifugio di Ostana, Il cinema di Barriera, il cinema alla cascina Falchera o nel cortile del Piccolo Cinema con i fratelli De Serio, le proiezioni a S. Maurizio Canavese, a Bagnolo, a Buttigliera d’Asti, nel Parco a Cantalupa o nel cortile della sede della casa di produzione Baby Doc. Spesso si tratta di scommesse fatte insieme agli organizzatori e il successo dell’iniziativa è sempre una gratificazione e da lì si crea un precedente da ripetere nella stagione successiva.

– Partner: Un importante contributo deve essere riconosciuto a tutti i partner dell’iniziativa a cui si deve la diffusione del programma e gli annunci tramite giornali locali, utilizzo di social media (FaceBook, ecc.) e mailing, annunci radiofonici, volantini, affissioni. Le associazioni, le Pro Loco, gli uffici dei comuni hanno svolto un ottimo e capillare lavoro di promozione delle serate di cinema. I principali partner da ringraziare sono: l’ARCI e l’AVIS Pinerolo, l’Ass. Canatalupa, le Pro loco di Bagnolo, Buriasco, Villanova d’Asti, Buttigliera d’Asti, Macello, S. Michele, Bescurione, Riva, Bandito (Bra), l’Ufficio Turistico di Bra, la Fondazione Amleto Bertone di Saluzzo, i Comuni di Bagnolo e Bruino, l’AIACE, Il Piccolo Cinema, l’Ufficio Cultura delle Circ. 1,2, 3 e 6 del Comune di Torino. A queste collaborazioni si deve molto per la grande affluenza di pubblico.

– Promozione: Il “libretto” con il calendario e i luoghi di tutte le serate, stampato (a cura dell’Ass. Zampanò anche per la grafica) in più di 5000 copie e capillarmente diffuso presso cinema, uffici pubblici, locali di ritrovo e in tutte le piazze della manifestazione.

– Effetto “passaparola”: chiave cruciale del successo, che accompagna ogni iniziativa gradita al pubblicobblico

Una riflessione conclusiva:

il territorio, quasi ormai privo di sale cinematografiche (con l’eccezione dei grandi centri urbani come Torino), ha dimostrato di rispondere con grande partecipazione al progetto Cinema in Piazza che in parte sembra colmare l’esigenza diffusa in molti comuni del cinema come proposta culturale che unisce divertimento, partecipazione, emozioni e momenti di riflessione.

Il contributo alla valorizzazione turistica e culturale del territorio:

La manifestazione viene proposta ai comuni del Piemonte che sono in grado di garantire una buona collaborazione delle proprie agenzie E che sul territorio già contribuiscono all’attuazione delle manifestazioni estive rivolte ai cittadini e al pubblico turistico.
Le nostre aree privilegiate sono i medi e i piccoli comuni, alcuni situati in zone rurali oggi sempre più votate al turismo. In molte di queste realtà la manifestazione assume un ruolo assai significativo perché non vi sono (o non esistono più) sale cinematografiche. Per questo risulta determinante la scelta delle aree e degli spazi dedicati agli spettacoli. S’intende quindi insistere maggiormente con le organizzazioni in loco, affinchè vengano individuatI uoghi caratteristici per le proiezioni: piazze, giardini, castelli e siti ricchi di significato storico e culturale (ad esempio l’ex Caserma di Saluzzo, Piazza della Repubblica a Bra, P.zza del Duomo di Villanova, Piazza di Ciriè, le OGR a Torino o l’ex Manifattura Tabacchi). Un obbiettivo prioritario del progetto è quello di promuovere il turismo attraverso la partecipazione ed il trasferimento del pubblico da un comune all’altro.

La varietà dell’offerta: cinema d’autore, documentari e cortometraggi (oltre ai film “di grande richiamo”):

Anche per l’edizione 2015, pur senza tralasciare la proposta di film di grande richiamo di recente produzione, si prevede l’inserimento, all’interno del programma generale, di un significativo ciclo di proiezioni dedicate al cinema d’autore e al documentario (settore in ampio sviluppo in Piemonte anche grazie al sostegno della Film Commission con il Piemonte Doc Film Fund), con in più la particolare operazione citata sopra in merito alla prima serata (gratuita) di proiezioni estive all’Arena di Alessandria, nella quale sarà poiettato il famoso “Borsalino” del 1970 con Alain Delon e Jean-Paul Belmondo.
Tornando al tema delle collaborazioni con le realtà locali, ormai da oltre 15 anni l’Associazione Nuova Arci di Pinerolo si è caratterizzata per la qualità delle proposte: ad esempio, nella passata edizione sono stati selezionati 20 film d’autore (per Pinerolo, Cantalupa, Macello e Buriasco) dell’ultima stagione, i quali hanno ottenuto una straordinaria partecipazione di pubblico (una media di circa 300 presenze a film con biglietteria), a dimostrazione che il cinema di qualità è ancora apprezzato da un vasto pubblico.
Film d’essai li troviamo anche a Bra, nel cortile della scuola Abba di Torino, nel cortile del Piccolo Cinema, in Piazza Delpiano (TO) e a Saluzzo.
I documentari li troviamo in programmazione in Via degli Artisti per la casa di produzione Baby Doc, a Cascina Falchera in collaborazione con il Piccolo Cinema a cura dei fratelli De Serio con “A Mao e a Luva”, “God Save the Green”, “Lasciando la Baia del re” e i cortometraggi di animazione di Cinemambiente.

Il cinema per le famiglie: film di animazione, cartoon, commedie e film d’azione:

I Comuni più piccoli in genere prediligono il Cinema all’aperto come occasione di partecipazione del più ampio numero di cittadini e richiedono in particolare film per bambini e famiglie. La nostra associazione in questi luoghi suggerisce film di animazione o commedie di qualità, adatti ad un pubblico eterogeneo, che hanno avuto più successo nella stagione in corso. Nelle scorse edizioni abbiamo minserito in programmazione i film “Benvenuto presidente”, “Vita di Pi” “I Croods” ma vi sono stati anche grandi titoli come “La migliore Offerta”, “Viva la Libertà”, “Django”, “Argo”, “Le 5 Leggende”: tutti i grandi successi della stagione in corso.
Cinema in Piazza è da sempre una proposta trasversale rivolta al grande pubblico, un occasione di incontro, divertimento e svago all’aperto per le famiglie che da sempre rispondono con grande partecipazione. Spesso il cinema è inserito in altre iniziative come Feste Patronali o Sagre di paese (Villanova o Buttigliera d’Asti) ed è richiesto un film adatto a un pubblico molto eterogeneo.

Il programma delle serate:

Dai contatti da noi fin qui avviati siamo in grado di prevedere per la XVIII edizione di Cinema in Piazza la partecipazione dei comuni e delle piazze sottoindicatie piazze per un totale di circa 100 proiezioni cinematografiche con una previsione di oltre 25.000 presenze, in aumento rispetto alla precedente edizione.

Comuni e piazze in programma:

ALESSANDRIA
PINEROLO
MACELLO
BURIASCO
CANTALUPA
SALUZZO
BUTTIGLIERA D’ASTI
BAGNOLO PIEMONTE
POLLENZO
SAN MICHELE
RIVA DI CHIERI
BANDITO (BRA)
BRA
BESCURIONE
SAN MAURIZIO CANAVESE
CIRIE’
BRICHERASIO
VIA DEGLI ARTISTI (TO)
PIAZZA ABBA (TO)
PICCOLO CINEMA (TO)
CASCINA FALCHERA (TO)
P.ZZA DELPIANO (TO)

L’organizzazione:

La nostra Associazione gestisce Cinema in Piazza dalla scorsa edizione, quale erede delle realtà che vi hanno lavorato nel passato e con le quali vi sono sia continuità che legami operativi ed organizzativi.
L’Ass. Zampanò gestirà tutte le fasi del progetto, anche in collaborazione con la Ditta MaxCinema: l’organizzazione generale, il servizio tecnico, la grafica e la promozione.
La direzione artistica sarà affidata al sig. Massimiliano Nicotra, professionista operante da anni nel settore (ain passato anche per conto della Cooperativa Solaria che organizzava le rassegne precedenti). A partire da giugno un’unità operativa mobile gestita da 3 tecnici raggiungerà ogni giorno i diversi comuni del Piemonte che hanno aderito all’iniziativa ed allestirà la piazza con le attrezzature cinematografiche professionali: proiettore digitale, schermo 7,5 m x 4,5 m e impianto di amplificazione.

Il gruppo di gestione:

– 1 direttore artistico con funzioni di coordinamento e responsabile del progetto: cura la programmazione, la proposta di films, i contatti con gli enti, la comunicazione e i contratti con le case di distribuzione per il noleggio delle pellicole.
– 1 responsabile tecnico che si occupa del montaggio del film, coordina il montaggio delle attrezzature e della messa in sicurezza e svolge la proiezione cinematografica.
– 2 collaboratori per il carico, scarico e montaggio delle attrezzature.

La comunicazione:

– Si prevede la realizzazione di 5000 copie di un libretto di 28 pagine formato 21 x 9 stampato a quattro colori che prevede l’elenco completo delle serate in programmazione, i partecipanti e gli indirizzi delle piazze e i recapiti del referente del progetto. Il libretto sarà diffuso presso cinema, luoghi di incontro, uffici comunali e in tutte le piazze di proiezione.
– Pubblicazione sul sito internet www.solariacinema.it dell’intero programma in formato .pdf .
– Comunicazione tramite mail list e face book della cooperativa e di tutti gli enti che partecipano all’iniziativa.
– Locandine, pieghevoli e manifesti locali nelle piazze aderenti al progetto.
– Comunicazione ai maggiori quotidiani e ai quotidiani locali

Lo sbigliettamento:

L’Ass. Zampanò non svolgerà attività di vendita biglietti e non incasserà proventi per sbigliettamento. La vendita biglietti e i proventi ottenuti spettano alle organizzazioni locali (Arci, Pro Loco, ecc.) che ospitano la manifestazione e che in questo modo riescono a coprire parte delle spese complessive. Il costo del biglietto non supera la cifra di € 4,00 a persona, affinchè la partecipazione possa essere offerta ad un pubblico vasto.